, Alessandro Dadone

Milano e Roma: investire nella seconda casa

Se hai deciso di investire acquistando una seconda casa per metterla poi in affitto, probabilmente hai deciso di farlo a Milano o a Roma.

È quanto emerge dall’analisi di Facile.it e Mutui.it, che conferma come il 26% delle richieste di mutuo per la seconda casa in Italia nel 2018 fossero destinate ad una proprietà in queste due zone. In particolare, in testa alla classifica troviamo per la prima volta Milano, che ha sorpassato Roma proprio nel corso dell’anno passato.

Il 14% delle richieste è pervenute alle banche era infatti destinato all’acquisto di una proprietà nella città o nella provincia di Milano, in leggero aumento rispetto al 13% del 2017. La vera ragione del sorpasso milanese sta però nel calo delle richieste nella Capitale, che scendono dal 15% al 12% del totale.

Il numero di richieste aumenta, nella città del Nord, perchè raccoglie l’interesse da parte di investitori residenti in tutta la Penisola. Coloro che scelgono Milano sono in molti casi non risiedono nel capoluogo lombardo (solo il 67% di loro è residente, rispetto al 72% dell’anno scorso), al contrario di Roma, che vede una prevalenza di investitori romani (il 90% è infatti residente nella Capitale).

Roma rimane in testa alla classica per quanto riguarda l’entità delle somme richieste, che vedono un importo medio richiesto alla banca di 148.331€ destinato all’acquisito di proprietà con un valore medio di 235.514€. Nella città lombarda invece i valori sono leggermente inferiori, con una richiesta media di 143.157€ per finanziare proprietà con un valore medio di 219.063€.

Le cifre fanno ipotizzare, soprattutto su Milano, una preferenza degli investitori verso proprietà situate in zone semiperiferiche della città, con ottime prospettive di rialzo nel valore nei prossimi anni, o verso tagli più piccoli, ideali per un investimento a reddito.

Qual è però il rendimento di queste proprietà?

Uno studio di Idealista conferma come le scelta di queste due città sia giustificata dagli ottimi rendimenti, che nel caso di Milano superano la media nazionale (pari al 6% annuo). Il capoluogo lombardo garantisce infatti un rendimento medio pari al 6,4%, rispetto al rendimento di Roma del 5,2%.

Questi ritorni, ai record negli ultimi 4 anni, sono nella maggior parte dei casi dovuti alla forte componente di studenti universitari che irrobustiscono la domanda per gli affitti. Questo aumento nella richiesta ha portato poi ad un sensibile rialzo dei canoni, che nel caso di Milano sono aumentati del 15% negli ultimi 3 anni.

Ottieni una valutazione immediata online.