, Maria Fruscione

Riqualificazione urbana: l’importanza dei collegamenti

Aerei, treni, autobus, autostrade… tutti elementi che apparentemente hanno poco a che fare con il mercato immobiliare. Si tratta però solo di un’impressione, il tema dei trasporti infatti, suscita molto interesse in chi opera nel settore, e ancor di più nei privati intenti a vendere o acquistare una casa.

Perchè vi chiederete?

La risposta è molto semplice: il miglioramento dei collegamenti incide significativamente sui prezzi degli immobili. Non a caso, il valore e la domanda degli immobili variano in funzione di aperture di nuove strade o di metropolitane. (monitorimmobiliare.it – report “Viabilità e mercato immobiliare”, Gruppo Tecnocasa)

Un esempio concreto? La metro Lilla a Milano. Costruita nel periodo di crisi del mercato immobiliare, ha portato non pochi benefici al settore, soprattutto permettendo la rivalutazione di alcune zone della città quasi “dimenticate”. Con la proliferazione urbana, è bene iniziare ad ampliare i propri orizzonti anche in nuovi quartieri della città: secondo il centro studi di Sigest infatti, il mercato immobiliare di Milano sta crescendo talmente tanto che tra 5 anni potrebbero non esserci più case disponibili (urbanlife.org) .

Milano infatti, grazie ad una serie di trasformazioni urbanistiche che hanno fortemente innalzato la qualità della vita delle persone, è oggi la città più appetibile di tutto lo stivale.

Il trasferimento delle famiglie in nuovi contesti, diventa sempre meno una scelta e sempre più un’esigenza. E così si verifica l’ampliamento di quello che viene considerato centro della città, e anche le zone prima poco valutate iniziano a destare interesse.

Cosa fondamentale per permettere una riqualificazione dei quartieri che porti a risultati concreti e benefici reali? Una rete di trasporti e collegamenti stradali efficienti.

Ad oggi, i quartieri che qualche anno fa non venivano per niente considerati – tra cui, San Siro, Cenisio e Isola – assumono un altro valore per chi è interessato ad investire in un immobile. Non a caso infatti, alcune grandi società di investimenti stanno già operando per riqualificare la zona.

Il contesto immobiliare milanese sta cambiando molto rapidamente: il volume delle compravendite è in aumento, e i tempi di vendita si stanno riducendo pian piano (anche grazie a player come Casavo! ).

Da tutto ciò, ne consegue che il livello dei prezzi potrebbe aumentare anche nelle zone semicentrali e periferiche, in cui il tasso di qualità della vita è in crescita ed ovviamente sono presenti collegamenti efficienti (San Siro, nell’ultimo anno ha registrato una crescita dei prezzi del +11,8% – monitorimmobiliare.it). D’altronde, l’aumento della domanda di qualsiasi bene fa si che il suo valore di mercato aumenti!

Anche per Roma vale lo stesso: i collegamenti urbani sono sicuramenti differenti rispetto a Milano, ma è proprio per questo, che ancora di più si considera come determinante importante nella scelta di un’abitazione, la vicinanza con dei collegamenti urbani.

Questo sta a dimostrare dunque come la qualità della vita, intesa non tanto in termini di ricchezza, ma piuttosto in termini di comodità e benefici, sia sempre più impattante nelle scelte di ciascun individuo.

Il settore immobiliare sta cambiando, sia per agenti immobiliari che per i privati intenzionati a vendere il proprio immobile, o ad acquistarlo. Chi volesse davvero effettuare un investimento da cui trarne benefici importanti, dovrà dunque focalizzarsi anche su quelli che sono i nuovi trend del settore, cercando di anticipare il mercato di massa.

Il nostro consiglio: tieni sott’occhio anche le zone che si stanno riqualificando, i prezzi ancora medi potrebbero permetterti di fare un’affare sia in termini economici che in termini di miglioramento della vita!

Ottieni una valutazione immediata online.